Preparazione

 

Preparazione

Nella pentola di infusione viene eseguita la miscelazione del malto macinato con acqua in maniera tale da ottenere un impasto, di solito alla temperatura di 52°.

In base alle ricette, la temperatura dell'impasto deve essere necessariamente elevata a uno o più livelli e va mantenuta costante per un certo periodo di tempo (10-45 minuti). Le eventuali pause a determinate temperature favoriranno l'insorgere di modificazioni chimico-fisiche del mosto e quindi implicheranno differenze nelle caratteristiche della birra finita (corpo, schiuma, limpidezza, alcol finale).

Prima di procedere all'estrazione dell'estratto è opportuno portare il tutto ad una temperatura minima di 75°; facendo così si otterrà un estratto meno viscoso con un rendimento più elevato.

L'estratto che viene raccolto è ancora molto denso e in quantità insufficiente.

Se si vuole diluirlo o se si vuole recuperare gli zuccheri che sono ancora presenti nel malto, si deve versare molto delicatamente sopra il letto di trebbie, acqua a 78° che si è scaldata precedentemente.

Si continua a drenare l'estratto dal rubinetto di scarico fino a quando non si ottiene la quantità desiderata.

È logico che per l'acqua usata per risciacquare le trebbie si deve disporre di una seconda pentola, o almeno di un contenitore isolato temporaneo.

L'estratto, quindi, ora è pronto ad essere bollito e ad essere addizionato con il luppolo, come nel caso della birrificazione da estratto.


 

X

Change language

English English
Italiano Italiano