Problemi nella fermentazione

 

Problemi nella fermentazione

Nel 50% delle volte il fermentatore non è a tenuta stagna e, sebbene la fermentazione procede senza incidenti, il classico accessorio di plastica trasparente nondà alcun segno di vita.

In questo caso è sufficiente controllare che sulla superficie del mosto non vi si sia formata un po' di schiuma causata dalla fermentazione.

La seconda metà dei casi di apparente assenza di fermentazione è dovuta ad una preparazione non ottimale del lievito: nel caso in cui il lievito secco non venga reidratato in acqua tiepida con il dovuto anticipo, si potrebbe andare incontro a ritardi nella fermentazione.

Per ottenere una birra di ottima qualità il lievito deve lavorare al meglio e deve essere inserito nel mosto solamente in condizioni vitali ed ottimali: è opportuno, quindi, verificare sempre che ci sia evidente attività ed agevolarlo nella primissima fase con una sufficiente ossigenazione del mosto.

Altre cause, invece, si possono identificare nella temperatura troppo bassa del locale di fermentazione oppure una sanitizzazione eccessiva effettuata con un poco accurato risciacquo del fermentatore: in questo caso il sanitizzante inibirà l'attività del lievito.

Un altro problema a cui si può andare incontro è la fermentazione che parte normalmente ma che si interrompe all'improvviso: l'ipotesi più accreditata è quella temperatura troppo bassa, ma spesso il problema è apparente solo in parte.

In altri casi il problema è dato dal lievito stanco o insufficiente per fermentare un mosto ad alta OG: in questo caso, per risolvere il problema, si deve inserire la opportuna quantità di lievito ben attivo.

Un altro problema classico è causato dall'impiego di una grande quantità di zucchero da tavola nel mosto: in questo caso l'unica soluzione sarebbe quella di evitare assolutamente l'utilizzo dello zucchero.

X

Change language

English English
Italiano Italiano