Il travaso del vino

 

 

Il travaso del vino

Il travaso del vino è un'operazione che, assieme al taglio, migliora notevolmente la qualità del vino.


 

La corretta gestione dei travasi

La feccia è il cosiddetto deposito che si forma nel vino ed è composto da lieviti, batteri, frazioni di buccia, vinaccioli, proteine, sali di acido tartarico e sostanze coloranti.

La quantità di feccia, soprattutto nel primo e nel secondo travaso, viene considerata consistente dal 0,5 al 5% e, se non viene eliminata velocemente, può degradarsi formando il classico odore di uova marce.

È consigliabile eseguire i travasi molto frequentemente nei primi 2-3 mesi dall'ottenimento del vino nuovo. È buona norma evitare i travasi quando i vini bianchi, rosati e rossi giovani sono perfettamente limpidi in quanto sono maggiormente esposti all'ossidazione.

Il primo travaso viene eseguito per i vini bianchi alla fine della fermentazione alcolica e per i vini rossi dopo 48 ore dalla svinatura e si consiglia vivamente la sua esecuzione all'aperto.

Il travaso all'aria aperta si esegue disponendo sotto il contenitore un mastello e facendovi cadere il vino aprendo la valvola inferiore o con un tubo travasatore.

In seguito si procede al travaso del vino nel contenitore di stoccaggio mediante l'utilizzo di una pompa o di un secchio.

Il secondo e terzo travaso vanno eseguiti con una distanza di un mese e saranno eseguiti al chiuso.

Durante il secondo travaso deve essere aggiunta la dose di potassio metabisolfito consigliata durante la vinificazione.

Il travaso al chiuso si attua mediante il travaso diretto del vino nel contenitore di stoccaggio con l'utilizzo di una pompa o con un tubo travasatore.

Il vino, dopo il terzo travaso, è generalmente di colore limpido o leggermente velato.

Il quarto travaso si esegue generalmente in primavera con il trattamento di chiarifica oppure con un aggiunta di potassio metabisolfito alla dose di 5-6 gr/hl.

È vivamente consigliato, prima di ogni travaso, l'esecuzione di una prova all'aria oppure di un controllo del valore di anidride solforosa libera che deve oscillare tra i 15-30 milligrammi/litro.

Nel caso in cui il vino presenti odori anomali di feccia, nella maggioranza dei casi, è sufficiente un travaso energico svolto all'aria aperta con l'utilizzo di un secchio di rame; se l'odore permane, è necessario rivolgersi ad un enologo oppure ad un negozio di enologia per l'eventuale aggiunta di prodotti a base di rame.

È vivamente sconsigliata la sottovalutazione di questo problema in quanto trascurarlo vuole dire rovinare definitivamente il vino; si possono formare, infatti, sostanze odorose pungenti che conferiscono un odore pungente di aglio e che non si possono eliminare con nessun trattamento, neanche tagliando il prodotto con un vino sano.

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni su tappi e chiusure:

Fare il vino è un lavoro di passione e farlo bene assorbe molto tempo. La fase del confezionamento è sicuramente la più importante di tutte e, nella maggioranza dei casi, non le si dà il giusto peso. Difatti è soltanto la buona conservazione che Vi permette di gustare il frutto del vostro lavoro.

Labrenta srl è un’azienda di Breganze (Vicenza), leader nella produzione di chiusure per la conservazione ottimale del vino. Questa azienda è specializzata nella produzione di tappi in sughero (tappi in sughero naturale monopezzo e tappi tecnologici micro agglomerati) , tutti testati con il sistema check cork 5 per contrastare spiacevoli problematiche legate all’odore da tappo (conosciuto come TCA). Il sughero utilizzato proviene perlopiù dal Portogallo e dalla Sardegna. Labrenta srl è specializzata nella produzione dei seguenti tipi di tappi:

  • tappi in plastica adatti a tutte le bottiglie in vetro per vino;

  • tappi a corona di ultima generazione adatti a conservare ottimamente tutti i tipi di vini fermi, vini frizzanti o vini spumante;

  • tappo a corona con guarnizione separabile in plastica, che si può tranquillamente smaltire anche nella raccolta differenziata;

  • tappi sintetici (chiamati anche tappi in silicone) di ultima generazione, utilizzati per tappare vini fermi, vini frizzanti e vini spumanti.

In commercio si possono reperire tutte queste tipologie di tappi nelle più svariate dimensioni, colori e mescole.

Tutti gli articoli prodotti vengono sottoposti a severi test di qualità per verificare la loro efficacia di chiusura immediata e, naturalmente, la loro capacità di conservare a lungo il vino.

Visita per maggiori informazioni i seguenti link:

  • tappi speciali e di design per liquori, distillati olio e aceto: www.dysty.com;

Contattateci per conoscere il rivenditore oppure il distributore più vicino alla vostra città scrivendo a info@labrenta.com.


 


 


 

X

Change language

English English
Italiano Italiano